Guida alle porte interne: modelli e caratteristiche

come scegliere la porta perfetta per i nostri spazi indoor?

Una bella porta è una di quelle necessità sottile che può fare una grande differenza nello stile della vostra casa. La maggior parte delle porte passano abbastanza inosservate, poiché la maggior parte di noi acquista o affitta una casa con le porte già installate e quindi spesso guardiamo solo davanti a loro.

 

Ma una porta interna è una parte vitale di una casa, se stai costruendo, ristrutturando o solo cercando di cambiare il look di una stanza, scegliere una nuova porta interna è un passo importante. Stile, materiali, insonorizzazione e porta battente sono alcuni dei punti da considerare quando scegliamo attraverso le infinite opzioni per porte interne.

 

Stile delle porte interne

Lo stile della vostra porta può fare una grande differenza del design della vostra casa. Sentitevi liberi di mescolare e abbinare un po’ a quello che è lo stile della vostra casa. In questo modo potrete dare alla vostra casa un aspetto eclettico e divertente.

Assicuratevi di prestare attenzione alla dimensione complessiva e lo stile della stanza. Una porta massiccia e ornata può sopraffare le camere di piccole dimensioni, facendole sentire più piccole invece che più grandi.

Altalena doppia porta

Solitamente è possibile scegliere tra un’oscillazione della porta a destra o sinistra. Quale lato della porta preferite che si apre? Potrete decidere se da destra o sinistra. Questo determinerà dove sono le cerniere, maniglie, e in che modo aprirete la porta quando si apre e si chiude.
Incorniciare una porta in modo non corretto può rapidamente sminuire il valore di una porta bella e costosa. Utilizzando materiali economici può spesso causare danni sulla porta e può costare di più nel lungo periodo.

Voti audio porta

Le porte interne sono da un STC (classe di trasmissione del suono), che misura la quantità di perdita audio. Maggiore è il numero STC e minore sarà il passaggio del suono attraverso la porta. Naturalmente, questo dipenderà principalmente dai materiali con la quale è stata composta la porta. In generale il 25 è all’estremità inferiore della scala STC , 40 è nel mezzo e  60 dovrebbe essere quasi interamente insonorizzante.

Tipi di porte

Ci sono quasi infiniti tipi e stili di porte da considerare. Prima di scegliere un design, bisogna prima essere pratici: quanto spazio avete? Di che cosa avete bisogno?

9 tipi di porte da tenere in considerazione

  1. Le porte scorrevoli: sono fatte solitamente di legno, vetro e sono rivestite con specchi. Questo tipo di porte prendono una quantità minima di spazio perché le porte scorrono lungo la parete, piuttosto che si aprano.
  2. Le porte a scomparsa: sono utilizzabili in tutta la casa. Questo tipo di porte è nato per poter salvaguardare lo spazio. A differenza delle porte scorrevoli, le porte a scomparsa scorrono nella parete, piuttosto che lungo il lato di esso.
  3. Le porte pieghevoli: si possono piegare su entrambi i lati e sono di solito utilizzati negli armadi, lavanderie, dispense e altri piccoli spazi.
  4. Porte contemporanee: semplici e liscie su entrambi i lati e generalmente fatte di compensato o MDF.
  5. Porte Barn doors: erano naturalmente usate nei fienili. Ma sono state adesso usate anche per porte interne ed esterne su case residenziali e sono ottime per le camere con un aspetto più rustico o industriale.
  6. Le ante: sono le porte più comuni viste nelle case di oggi. Di solito in legno o MDF, sono progettate con un modello classico di pannelli quadrati.
  7. Le porte finestre: hanno una cornice attorno a uno o più pannelli trasparenti, solitamente riempiti di vetro o un materiale traslucido nebbioso. Ci sono molti stili e dimensioni di questi pannelli, che sono destinati per massimizzare la luce in una stanza.
  8. Porte olandese: sono divise a metà in senso orizzontale, permettendo di aprire la parte superiore (metà) della porta mentre quella inferiore rimane chiusa.
  9. Le porte cieche: non hanno cornice visibile, maniglie o cerniere. Sono progettate per integrarsi completamente con il muro, una porta nascosta

Materiali delle porte interne

 

Legno solido: le porte in legno massello possono essere fatte da una vasta gamma di legni, che fa la differenza nel prezzo complessivo. Legni duri o molli, tra cui ciliegia, mogano, ontano, acero, pino e altri sono utilizzati molto, anche se la porta di legno massiccio più comune è la porta di Pino 6 pannelli. Queste porte sono generalmente utilizzate in esterni, ma occasionalmente possono essere usate all’interno. Tenete a mente che il legno massello verrà a compattare ed espandere le temperature e l’umidità, quindi è meglio non usare porte in legno massello per un bagno, sauna o altro ambiente umido.

 

MDF: le porte interne di oggi sono fatte di fibra a media densità. MDF è un prodotto di ingegneria, quindi è molto stabile e non ordito come il legno. Inoltre non ha alcun grano, quindi è completamente liscio e molto facile da dipingere.

 

Vespai: queste porte sono fatte solitamente di legno compensato o di modellato composito della pelle. Esse tendono ad essere meno costose perché all’interno del pannello della porta è vuota. Ma questo significa che il suono e le temperature possono passare attraverso la porta più facilmente.

 

Solid core: come una porta tamburata, un solido nucleo di porta ha un rivestimento esterno fatto di compensato o un composito modellato.

 

Metallo e vetro: queste porte vengono utilizzate più frequentemente in interni ed esterni, poiché offrono un struttura snella e look moderno con meno muss e la confusione di un portello di legno solido. Esse tendono ad essere più costose rispetto alla maggior parte dei modelli di legno-combinazione, ma costano meno delle porte in legno massello.

 

Laminato: questo materiale è uno dei più utilizzati, nato come prodotto economico il suo continuo e crescente utilizzo ha permesso all’aziende di incrementare gli investimenti nel settore. Ad oggi le porte in laminato hanno raggiunto livelli di qualità e finitura uguali o superiori al legno stesso.

Scrivi commento

Commenti: 0