gecowallpaper... le ultime tendenze!

I modelli più venduti di carte da parati del 2016?  Le novità del 2017?

...scopriamoli insieme....intervistando gli esperti

Le carte possono essere in tanti materiali; carta, vinile, tessuto, fibra di vetro o fibra grezza. Ma c’è un materiale giusto per ogni ambiente?

 

Diciamo che esistono ambienti diversi e quindi esigenze diverse. Per le camere, le sale, le hall degli alberghi, i ristoranti, vanno bene tutte le carte da parati: composte da sola cellulosa, oppure con pvc spalmato o ancora il tessuto non tessuto, e le fibre. Nel bagno è consigliata la fibra di vetro più la resinatura. Cosi come le cucine ed altri ambienti umidi possono essere fatte con carta (o fibra di vetro) e resinatura.

 

Qual è il materiale più utilizzato?

 

La maggior parte delle aziende, come noi, usa la carta con spalmatura vinilica oppure il tessuto non tessuto. Ma sul mercato ci sono anche carte con cellulosa sul retro. Ciò significa che va tutto.

 

Come notare la qualità di una carta soprattutto quando si compra online?

 

Per trasmettere l’elevata qualità del prodotto, per noi che lavoriamo prevalentemente online, ovvero senza agenti sul territorio, per ogni fantasia a catalogo visibile sul sito, mostriamo anche l’immagine dei dettagli in dimensione 1:1Allo stesso modo, attraverso le fotografie dei dettagli delle due tipologie di carta (SAND e CANVAS), mostriamo la differenza di ruvidità: la prima evidenzia così un effetto sabbia e l’altra un effetto tela.Qualora il cliente desiderasse toccare anche con mano la carta, può ricevere un campione cartaceo, con un minimo di rimborso delle spese di spedizione.Ma il “pezzo forte” per noi è il progetto grafico che eseguiamo gratuitamente, partendo da una semplice fotografia fornita dal cliente.

 

La persona interessata, dopo aver ricevuto il preventivo, calcolato sulle misure di base ed altezza, ci invia una foto della parete oppure il render che ha a disposizione. Noi possiamo così fare un fotomontaggio con la fantasia scelta e consentire al cliente di visualizzare il risultato finale.

Il cliente poi potrà chiedere di ingrandire, ridurre, spostare elementi o, addirittura, effettuare delle variazioni cromatiche. Se il cliente non dispone di foto o render, possiamo fare comunque una bozza della fantasia proporzionata alle misure date. Questo servizio di progettazione grafica da solo trasmette la serietà dell’azienda.

 

Altro elemento che rende l’idea della qualità della carta, soprattutto oggi grazie ai social, sono le foto delle installazioni effettuate presso i nostri clienti ed i feedback che gli stessi ci lasciano e che condividiamo, oltre che sulla nostra pagina facebook, anche nella sezione news del ns sito. Ultime, ma non per importanza, sono le certificazioni di cui dispone la nostra carta, che ne garantiscono l’adeguatezza per la posa nei locali pubblici.

 

 

 

Con che criterio scegliere il colore e la fantasia?

 

La scelta è fatta direttamente dal cliente sulla base “emozionale”. Questo ci permette di aprire subito un canale verso l’acquisto, perché abbiamo modo di capirne la psicologia. Ovviamente siamo sempre in grado di supportare le richieste e di offrire la soluzione più adeguata alle loro esigenze, con una serie di suggerimenti che seguono alcune domande fatte al cliente per conoscere il tipo di locali, l’arredamento o i colori presenti. I protagonisti SONO e DEVONO rimanere i clienti. I colori e la fantasia sono elementi che devono far fare “WOW” al cliente che vede per la prima volta la carta da parati posata e lo stesso effetto deve permanere e colpire tutte le persone che entreranno nelle case o nei locali pubblici decorati.

 

 

Qual è stato il modello più richiesto di quest’anno?

 

Non uno. Molti sono i soggetti che hanno “spaccato”, a bontà del nostro lavoro. Magic Forest (la foresta magica), Word world (il mondo di parole), Deadwood (rami d’inverno) tra l’altro presente anche nel nostro showroom MeetLab a Milano in zona Brera), Venice Color (un soggetto deciso che trasmette il senso di Venezia con un pizzico di pensiero al Carnevale e ai suoi vivaci colori), Live (nelle 2 formule a colori ed in bianco/nero), Willow (un salice che incredibilmente ha avuto un apprezzamento addirittura non valutato inizialmente), Vintage 68 (che è stato letteralmente preso d’assalto dai locali di tendenza di Milano a Roma). Questi sono alcuni dei soggetti ma garantisco che molti altri potrei elencarli perché abbiamo avuto un apprezzamento globale. Per nostra grandissima soddisfazione. Quindi un doveroso GRAZIE a chi ci ha scelto.

 

Qualche anticipazione sulle tendenze di quest’anno?

 

Il 2017 sarà un anno durante il quale punteremo al mondo KIDS ed alle linee dai colori tenui, forme minimali, grafiche soft, colori pastello.

Ma anche qualche capsule collection grazie a collaborazioni che stiamo pianificando con fumettisti, fotografi e street artists. Ci saranno sorprese, non possiamo negarlo. Questo è un mondo nel quale mi diverto, ci sto bene. E da qui voglio vedere stare bene anche gli altri. Il mio augurio è circondarmi di gente serena e sorridente. Che è un po’ anche la modalità con la quale io ed il mio staff cerchiamo di proporre le collezioni. State “incollati” al nostro sito, le novità non mancheranno!

 

Spazio a cura di Gloria Gargano 

 

 

 

PEETER GAIANI - IL CARTONGESSO - SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RIMINI)