cos'e' il cartongesso?

Analisi delle sue principali proprietà, utilizzi e caratteristiche tecniche.

 

Le proprietà principali del cartongesso? Resistenza meccanica, fonoassorbenza, resistenza termica - all'acqua - all'umidità - alla muffa. 

Una soluzione in cartongesso è pratica e veloce e facile da modificare o rimuovere. 

 

I suoi principali utilizzi? Il cartongesso è un materiale edilizio materiale molto versatile costituito da gesso di cava, di facile reperimento, racchiuso tra due fogli di cartone. 

 

 

Le sue principali caratteristiche sono le sue ottime proprietà termoisolanti e acustiche. Per questo viene utilizzato per dividere gli ambienti, ma anche per creare controsoffitti, pareti e contropareti. 

 

La sua versatilità lo porta ad essere utilizzato per creare veri e propri complementi d'arredo come  librerie mensole soppalchi, nicchie , archi.. tutto è possibile utilizzando la fantasia e la professionalità. 

 

Molto utili sono i pannelli idrorepellenti, utilizzati per contrastare l'umidità all’interno di ambienti come il bagno o la cucina.  

 

Se i pannelli di cartongesso vengono associati a pannelli di polistirene estruso – generalmente utilizzati per rivestimenti cappotto termico interno o esterno – è possibile agire per risolvere i problemi di condensa ed isolamento termico. 

 

Quando il cartongesso viene rinforzato da due fogli di cartone resistente, il risultato sarà il cartongesso ignifugo, quindi resistente al fuoco. Soluzione scelta infatti per rivestire i camini. 

 

Le sue caratteristiche tecniche?  Si vende in pannelli con spessore che va da 1 a 2 cm circa. Le misure reperibili possono essere tre; 120 cm x 200 cm, 120 cm x 250 cm, 120 cm x 300 cm anche se lo spessore più utilizzato in Italia è 1,25 cm. La larghezza delle lastre è fissa: 120 cm, mentre la lunghezza va dai 60 ai 400 cm. 

 

Il peso delle lastre va dai 7 kg per le lastre standard mentre può raggiungere i 10 kg/mq per i pannelli ignifughi o idrorepellenti. 

 

Come riconoscere le varie tipologie delle lastre? Dalle lettere!

La lettera A è per i pannelli in cartongesso standard 

La lettera H per pannelli idrorepellenti, distinti poi per capacità di assorbimento (H1,H2,H3)

La lettera F per i pannelli ignifughi 

la lettera E per pannelli esterni 

 

 

Anche il cartongesso, proprio come il resto dei rifiuti edili, è soggetto a precise regole in materia di recupero e riciclo.

Considerando che il cartongesso una volta lavorato e giunto a fine ciclo non può essere gettato nella classica piazzola ecologica comunale, bisogna capire come smaltire il cartongesso.

 

Quali sono le indicazioni per smaltire il cartongesso?

Solo ditte specializzate possono smaltire il cartongesso. Si possono trovare digitando su google “aziende specializzate smaltimento cartongesso” che rimanderanno all’azienda più vicina casa vostra o il vostro luogo di lavoro.

 

Ma il cartongesso può essere recuperato?

Si, è possibile. In diverse zone d’Italia ormai esistono aziende green che attraverso precise procedure separano il gesso dal cartone che riveste le lastre. Una volta fatta la separazione dei materiali, il cartongesso viene immesso in un macchinario, ricorrendo ad un tipo di caricatore denominato ragno. A quel punto il gesso recuperato potrà essere utilizzato nuovamente per produrre altri materiali per l’edilizia.

 

PEETER GAIANI - IL CARTONGESSO - SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RIMINI)