Come scegliere i pavimenti di casa: ad ognuno il proprio stile

come scegliere il pavimento perfetto per la nostra casa?

 

La scelta dello stile di una casa dipende anche dalle caratteristiche del pavimento che si decide di adottare: esso, infatti, dovrebbe riflettere la personalità degli inquilini. Per altro, il pavimento viene scelto ancora prima degli arredi: ecco perché si tratta di una decisione che deve essere ben ponderata e che non può essere presa a cuor leggero. Si tratta di pensare non solo ai colori, ma anche ai materiali, tenendo conto della resa estetica così come della facilità di manutenzione. Insomma, che si opti per un pavimento moderno o per una soluzione vintage, quello che conta è non affidarsi all'improvvisazione ma pianificare tutti i dettagli.

 

I pavimenti moderni di Artheco, professionisti del design e dell’arredamento, per esempio, rappresentano una soluzione in grado di abbinare eleganza e longevità. Proprio la durabilità nel tempo è uno degli aspetti che dovrebbero essere presi in considerazione in vista di un acquisto: insomma, non è necessario essere degli interior designer affermati per capire che la qualità costruttiva si riflette anche nella capacità di un pavimento di resistere all'usura.

I colori dei pavimenti interni

Per ciò che concerne la scelta del colore, è essenziale tenere conto sia delle dimensioni degli spazi che della destinazione di utilizzo degli ambienti. Quando si ha a che fare con una superficie dalla metratura limitata, in particolare, sarebbe auspicabile puntare su una tonalità chiara e luminosa; lo stesso discorso è valido nel caso in cui non si possa disporre di una sufficiente illuminazione naturale. Ecco, quindi, che il crema, il panna, il grigio o il bianco sono tinte a cui fare riferimento, anche perché neutre. I colori chiari sono tipici degli appartamenti che denotano uno stile minimalista e hanno una personalità moderna: magari le tinte sbiadite del pavimento possono essere messe in risalto con nuance più luminose e calde per le pareti, in virtù di un piacevole effetto di contrasto.

Nel momento in cui delle piastrelle dai colori chiari vengono posizionate in un ambiente piccolo, ciò che ne deriva è un'esperienza più ampia a livello visivo, tale da aumentare la luminosità dello spazio. Palette troppo scure, invece, rischiano di costituire una scelta sbagliata, perché darebbero l'impressione di uno spazio ancora più chiuso.

Scelta dei materiali: su quali puntare?

A livello di materiali, le opportunità a disposizione sono molteplici: si spazia dalle pietre naturali al marmo, passando per il legno, e in ognuno di questi casi è fondamentale valutare l'effetto estetico che si otterrà. Le tonalità del legno e l'antracite, per esempio, sono raccomandate a chi vuole trasformare la propria abitazione in un ambiente moderno, soprattutto se si hanno a disposizione spazi ampi. Va detto, comunque, che la ceramica resta ancora il materiale che va per la maggiore, essendo apprezzata per la sua versatilità ma anche per merito della sua solidità. Un pavimento in ceramica, infatti, è resistente agli urti e semplice da pulire, oltre a risultare impermeabile e igienico. In più, le piastrelle possono avere finiture, dimensioni, colori e forme di qualunque tipo. Per tutte queste ragioni un pavimento in ceramica è raccomandato - tra l'altro - in un appartamento in cui sono presenti degli animali domestici o dei bambini.

 

Tra i pregi della ceramica va annoverata anche la sua capacità di resistere ai fenomeni atmosferici, frutto di una lavorazione particolare a cui viene sottoposta. Insomma, chi propende per questa soluzione ha a disposizione un cocktail perfetto di eleganza, raffinatezza e stile. Una valida alternativa, in ogni caso, può essere individuata nel gres, che a sua volta permette di ottenere pavimenti duraturi e resistenti. Il gres, che può essere porcellanato o in versione rossa, si presta a una grande varietà di soluzioni: per esempio, può avere una superficie levigata, una superficie smaltata o una superficie non smaltata. La manutenzione è semplice soprattutto con il gres porcellanato dalla superficie smaltata, che assicura prestazioni ottimali anche quando si usufruisce del riscaldamento a pavimento.

 

Naturalmente, non si può fare a meno di menzionare il parquet, un grande classico quando si tratta di trovare il pavimento giusto per la casa. La matericità è il punto di forza di questa soluzione, che assicura un livello di comfort molto elevato e, in più, garantisce un isolamento eccellente sia dal punto di vista acustico che a livello termico. Il parquet può essere scelto in versione prefinita e pretrattata o, in alternativa, interamente in massello, mentre le essenze si differenziano per le finiture e per i colori.

 

Ulteriore possibilità è quella rappresentata dai pavimenti in cotto: che si tratti di cotto antico o di cotto smaltato, il risultato è sempre magnifico. Il cotto antico, in particolare, è realizzato con una produzione artigianale che genera molteplici irregolarità ma, al tempo stesso, fornisce un valore aggiunto. Il cotto, per chi non lo sapesse, non è altro che un composto realizzato con acqua e argilla.

 

Infine, vale la pena di valutare anche l'eleganza della pietra naturale, consigliata soprattutto quando si ha voglia di ricreare un ambiente rustico. I pavimenti realizzati con questo materiale sono piacevoli e in un certo senso riavvicinano alla natura.

Scrivi commento

Commenti: 0