Condizionatore fisso; modelli e manutenzione

Condizionatori fissi: quale modello scegliere?

La primavera è arrivata! E con sè porta non solo colori e profumi affascinanti, quanto l’arrivo del caldo. Ecco perchè correre ai ripari attraverso la scelta e installazioni di condizionatori. Quale condizionatore scegliere?

 

Sono tante le tipologie di condizionatori in commercio che variano per prezzo, caratteristiche tecniche e design. Sicuramente bisognerebbe puntare a scegliere un condizionatore a consumi ridotti che abbia un design accattivante e che si sposi bene con l’arredamento circostante. Inoltre, bisogna individuare le zone in cui posizionare il condizionatore e capire la metratura da rinfrescare. Il climatizzatore fisso si presta ad una maggior adattabilità in base allo spazio e al budget. Al giorno d’oggi esistono infinite soluzioni di design dalle ottime performace sia dal punto di vista tecnico che estetico. Una caratteristica diffusa è la capacità di rinfrescare e riscaldare nello stesso tempo con l’aggiunta di un’opzione davvero comoda.. la gestione da remoto.

Assistenza e manutenzione climatizzatori

Un aspetto da non trascurare è la corretta e continua assistenza dei climatizzatori in quanto procedura fondamentale per assicurare il corretto funzionamento delle macchine nel tempo, nonché ad assicurare un ambiente salubre e privo di batteri, aspetto da non sottovalutare soprattutto per quanto riguarda gli ambienti domestici, tanto più se sono presenti bambini. 

Classe energetica e tipologie di condizionatori

La classe energetica, indicata da una lettera, esprime il rapporto tra il consumo di energia elettrica e la resa in termini di freddo o caldo prodotti: il top di gamma è la A+++, che rispetto alla A semplice consuma anche il 30% in meno. La potenza viene espressa in Kw termico in Btu/h (1 watt=3,416 Btu7H): generalmente 2 kw bastano per una stanza; per un appartamento di 75 mq, con unità esterna e split in tre stanze, servono 5-6 Kw termici complessivi.

 

I climatizzatori fissi inverter sono quei modelli capaci di modulare l’energia in modo che una volta raggiunta la temperatura richiesta, decresce di potenza in modo da ridurre il consumo dell’energia.

 

Generalmente all’installazione del climatizzatore dentro gli ambienti di casa, si procede con l’installazione di un’unità esterna che rappresenta l’elemento più voluminoso, pesante e rumoroso dell’impianto perché contiene il motore.

In caso non si abbia un balcone, si può installare un condizionatore senza l’unità esterna anche se sarà un condizionatore con volume più ampio e un pò più rumoroso.

Scrivi commento

Commenti: 0